IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ARTI

XII Edizione 2024

Martedì 2 Luglio 2024 ore 20:45

Santuario Santa Maria della Grottella (copertino)

Gran Galà Lirico "Omaggio a Puccini"

 

INTERPRETI

Angela Nicoli Soprano

Silvia Brizuela Soprano (premio Germogli d'arte

M°Salvatore Cordella Tenore

Vincenzo Spinelli Tenore

Nico Franchini Tenore

Gerardo Dell'Affetto Tenore con la partecipazione straordinaria di Veronica Maya

Ensemble del festival internazionale delle Arti
M° Salvatore Schembari
Coro del Festival Internazionale delle Arti
M° Emanuela Di Pietro

Presenta Rosangela Giurgola

 

Direzione artistica M° Salvatore Cordella

Prenota ora il biglietto

Sabato 20 LUGLIO 2024 ore 20:45

Largo Sant'Angelo - Tricase

Gran Galà Lirico “Accademia in Festival”

 

INTERPRETI

Solisti dell'Accademia Germogli d'Arte del M° Salvatore Cordella

 

Con la partecipazione straordinaria di

M° Roberto Corlianò Pianista

 

Presenta Rosangela Giurgola

 

Prenota ora il biglietto

Venerdì 26 Luglio 2024 ore 20:45

Parco Archeologico Rudiae (Lecce)

Gran Galà "Sogno in Arte"

 

INTERPRETI

Solisti dell'Accademia Germogli d'Arte del M° Salvatore Cordella

M° Roberto Corlianò Pianista

 

Con la partecipazione straordinaria di

Claudia Lucia Lamanna Arpa (Premio Internazionale delle Arti 2024)

 

Presenta Rosangela Giurgola

 

Prenota ora il biglietto

 

Tre serate uniche per la XII Edizione del 'Festival Internazionale delle Arti'

XII Edizione 2024

Il Festival Internazionale delle Arti, giunto alla sua XII edizione, si prepara a incantare il pubblico con tre serate straordinarie dedicate alla musica lirica. L'evento si svolgerà nelle splendide cornici delle città di Copertino, Tricase e Lecce. Un appuntamento imperdibile per gli amanti dell'arte e della cultura.

Prima Serata: Martedì 2 Luglio 2024, ore 20:45

Santuario Santa Maria della Grottella, Copertino

Gran Galà Lirico "Omaggio a Puccini"

La serata inaugurale renderà omaggio al genio musicale di Giacomo Puccini con un Gran Galà Lirico che vedrà l'esecuzione delle arie più celebri del maestro. Gli interpreti di questa serata speciale includono: i soprani Angela Nicoli e Silvia Brizuela (Premio Germogli d'Arte 2024) e i tenori M° Salvatore Cordella, Vincenzo Spinelli, Nico Franchini e Gerardo Dell'Affetto, con la partecipazione straordinaria di Veronica Maya.

Saranno accompagnati dall'Ensemble del Festival Internazionale delle Arti sotto la direzione del M° Salvatore Schembari e dal Coro del Festival diretto dal M° Emanuela Di Pietro. La serata sarà presentata da Rosangela Giurgola, con la direzione artistica del M° Salvatore Cordella.

 

Seconda Serata: Sabato 20 Luglio 2024, ore 20:45

Largo Sant'Angelo, Tricase

Gran Galà Lirico “Accademia in Festival”

Questa seconda serata vedrà protagonisti i solisti dell'Accademia Germogli d'Arte del M° Salvatore Cordella, affiancati dalla partecipazione straordinaria del pianista M° Roberto Corlianò. La presentazione sarà affidata ancora una volta a Rosangela Giurgola.

Terza Serata: Venerdì 26 Luglio 2024, ore 20:45

Parco Archeologico Rudiae, Lecce

Gran Galà "Sogno in Arte"

L'incantevole cornice del Parco Archeologico di Rudiae accoglierà la serata conclusiva del festival, intitolata "Sogno in Arte", che vedrà esibirsi i solisti dell'Accademia Germogli d'Arte del M° Salvatore Cordella e il pianista M° Roberto Corlianò. La partecipazione straordinaria di Claudia Lucia Lamanna, vincitrice del Premio Internazionale delle Arti 2024, concluderà in bellezza questa edizione del festival. Rosangela Giurgola presenterà la serata.

 

Non perdere l'occasione di assistere a queste serate indimenticabili di grande musica e cultura.

Info e prenotazioni al numero 328.2426875

Biglietti d’ingresso 15€, acquistabili anche su eventbrite.it;

Martedì 2 Luglio - Gran Galà Lirico "Omaggio a Puccini" Prenota ora il biglietto

Sabato 20 Luglio - Gran Galà Lirico “Accademia in Festival” Prenota ora il biglietto

Venerdì 26 Luglio - Gran Galà "Sogno in Arte" Prenota ora il biglietto

 

Vi aspettiamo numerosi per celebrare insieme la bellezza della musica lirica e rendere omaggio ai grandi maestri dell'arte.

 

IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ARTI SI FA ITINERANTE

XI Edizione 2023/24

Lunedì 31 luglio alle 21 “E lucevan le stelle”
omaggio alle più belle arie tenorili della tradizione

 

La bellezza senza tempo del Parco Archeologico di Rudiae per aprire una nuova stagione di appuntamenti con il Festival Internazionale delle Arti, giunto alla sua undicesima edizione, divenuto itinerante e pronto a regalare agli appassionati, di qui ai prossimi mesi, molte occasioni per apprezzare l’arte musicale.

 

Lunedì 31 luglio alle 21, infatti, prima serata dedicata al Belcanto con il gran galà lirico dal titolo “E lucevan le stelle - Tenori all’opera”, che si avvale della direzione artistica del Maestro Salvatore Cordella e del patrocinio del Comune di Lecce, del FAI, del Parco archeologico Rudiae e dell’Accademia “Germogli d’arte”, che porta nel Salento studenti da tutto il mondo: un omaggio alle più belle arie tenorili - con un omaggio particolare a Giacomo Puccini, di cui l’anno prossimo decorrerà il centenario della scomparsa - e agli evergreen della melodia internazionale, con “affondi” nel repertorio napoletano. Sul palco, oltre a Salvatore Cordella, Giuseppe Tommaso, Vincenzo Spinelli e Andrea Cataldo, e il maestro Roberto Corlianò al pianoforte.

Lunedì 28 agosto (sempre alle 21) toccherà invece al Fossato del Castello di Otranto, dove per “Sogno in arte” sarà ospite l’ensemble musicale del Festival e l’omaggio, per la direzione di Salvatore Schembari, sarà per Maria Callas, Puccini, Caruso: sul palco il soprano Angela Nicoli, Salvatore Cordella Vincenzo Spinelli, Andrea Cataldo; un appuntamento realizzato in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Otranto.

 

Il Festival proseguirà nei prossimi mesi in versione itinerante, con tappe tra le altre a Galatina e Nardò. “Un grazie particolare alle istituzioni che ci consentono di tenere alta la tradizione lirica italiana, la più bella del mondo”: così il direttore artistico del Festival, Salvatore Cordella.

 

Info e prenotazioni al numero 328.2426875

Biglietti d’ingresso 15 euro, acquistabili anche su eventbrite.it;

Lunedì 31 Luglio - Parco Archeologico di Rudiae Acquista Biglietto 

Lunedì 28 Agosto - Fossato del Castello di Otranto Acquista Biglietto

Festival Internazionale delle Arti 2022/23

X EDIZIONE

Multiculturalità, programmazione annuale, attività divulgative e didattiche, insieme ai grandi nomi del panorama musicale e non solo, avvieranno le celebrazioni dei 10 anni del Festival Internazionale delle Arti diretto dal Maestro Salvatore Cordella.

 

DA GIUGNO 2022 A MAGGIO 2023 MANIFESTAZIONI ARTISTICHE UNICHE FRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE, CON UNA COLLABORAZIONE SEMPRE PIU’ STRETTA CON L’ ACCADEMIA DI CANTO LIRICO “ GERMOGLI D’ARTE DI COPERTINO ”.

 

Il Festival Internazionale delle Arti, nato sotto la direzione artistica del Maestro Salvatore Cordella, si conferma ogni anno, per l’ingegno dei suoi ideatori e il prestigio dell’offerta, un illustre palcoscenico estivo in cui, musica, danza, teatro e natura si incontrano nella celebrazione piena di tutte le arti. In occasione del 10mo anno è pronto a celebrare questo evento  rinnovando la sua proposta in una azione continuativa di durata annuale, offrendo al pubblico un’armonia di suoni, passioni ed emozioni attraverso iniziative artistiche e di carattere culturale in genere, con attività trasversali tese a creare una messa in rete sociale fra istituzioni, privati e associazioni, diversi attori quindi finalizzati ad una azione sia educativa che divulgativa, per suscitare sempre più un punto di riferimento e movimento di scambio culturale per la comunità e l’intero territorio regionale. Cosi il direttore artistico Salvatore Cordella intende rilanciare per questo anniversario decennale un percorso che raccolga i frutti di lavoro ed incontri avuti in questi anni di intensa attività artistica, regalando un nuovo cammino che offra continuità, multidisciplinarietà culturale e apertura verso contesti e proposte che restituiscano all’arte la reale funzione educativa di relazione sociale, riflessione e partecipazione di crescita culturale 

Due primi importanti appuntamenti danno l’avvio a questo nuovo percorso, aprendo il Festival con l’obiettivo unico di far riscoprire agli spettatori le meraviglie e la bellezza della grande musica.

 

Il primo appuntamento, sabato 24 Giugno, Teatro Santa Famiglia, di Copertino, darà risalto all’ espressione più tradizionali e complete dell’arte musicale – la Lirica – con il   “Gran Galà“ di voci liriche della oramai prestigiosa Accademia “Germogli d’Arte”, da sempre impegnata a valorizzare la creatività emergente, contribuendo ad offrire loro un trampolino di lancio e di debutto nel settore artistico lavorativo. Un’occasione unica questa in cui l’Accademia presenterà i suoi cantanti provenienti dai diversi teatri lirici nazionali ed internazionali, risultato ottenuto dell’originale metodologia di Canto adottata dal Maestro Cordella sull’affascinante concetto della “Teoria degli Elementi”, che saranno accompagnati e diretti musicalmente al pianoforte dal Maestro Sergio La Stella del Teatro dell’Opera di Roma e curati scenicamente dall’ Attore/Regista Luca Mazzei. Nel corso della serata la consegna del Premio delle arti, riconoscimento che ogni anno viene conferito ad un’eccellenza artistica, selezionata per meriti e talento consegnato e verranno consegnate le borse di studio derivate dall’iniziativa di raccolta fondi “Adotta un germoglio”. Inoltre, l’idea sempre di un dialogo fra le arti, e quindi degli artisti, darà luogo anche qui all’originalità di esecuzioni rare del panorama musicale in relazione a linguaggi artistici diversi grazie all’ importante partecipazione del Pianista Maestro Roberto Corlianò con le sue parafrasi d’Opera, accompagnate dalla danze di Lina Anoso con la conclusione finale del Tenore Salvatore Cordella, il tutto elegantemente presentato da Rosangela Giurgola.

Il secondo appuntamento di Sabato 9 Luglio, Piazza Castello, di Copertino, ci proietta nel tema del “ricordo”, l’omaggio appunto al grande Maestro Ennio Morricone attraverso lo spettacolo musicale  “ La Tromba nel Cinema “, la sua tromba, quella che è stata da sempre suonata da Nello Salsa, che ripercorrerà le più affascinanti ed indimenticabili Colonne Sonore che hanno segnato la storia del Cinema Italiano ed Internazionale proponendo così al pubblico un repertorio unico e mai presentato in forma di concerto. Il tutto, reso ancora più interessante da aneddoti, notizie e curiosità di vita musicale vissuta, raccontati dall’artista. Lo spettacolo, composto dall’ensemble  è stato eseguito nei più importanti Teatri nazionali ed internazionali, Nello Salza, interprete di oltre 400 Colonne sonore in qualità di I Tromba solista è stato, recentemente, ospite nelle  trasmissioni RAI “Domenica in”( invitato personalmente da Pippo Baudo in qualità di rappresentante della Tromba Italiana) , “ Tg.2.it,” “ I Fatti vostri” , “Festa Italiana”, “Circo Massimo, Radio Due”,” Uno Mattina”,”Rai Community”, “I Soliti Ignoti”.  Nello Salza è stato protagonista sul palcoscenico del Festival di Sanremo dell’omaggio a Ennio Morricone recentemente scomparso.      

Ensemble composta da: 

Nello Salza: Tromba, Flicorno e Fischio; Vincenzo Romano: Pianoforte, Tastiere e Arrangiamenti; David Medina: Basso; Gianfranco Romano: Batteria

 

 

La Programmazione

La programmazione proseguirà da settembre in poi con un’ampia offerta artistica e culturale che vedrà ulteriori partecipazioni di artisti importanti della musica e dell’arte in genere in un filone di attività che prevedono anche format per scuole e famiglie, concerti, interventi artistici in aziende, spettacoli sottoforma di lezioni aperte, convegni.

Alcuni degli spettacoli previsti in cartellone riguarderanno:

DUO BALDO

Coppia comico-musicale formata da Aldo Gentileschi, pianista e attore italiano, e Brad Repp, violinista americano. Reduci dal successo della loro seconda tournée negli Stati Uniti, Gentileschi e Repp che dal 2020 stanno girando il mondo con quello che non è un tradizionale concerto di musica da camera, ma un vero e proprio show in cui si alternano momenti di lirismo musicale (nel quale i due protagonisti mostrano la loro eccellente qualità di interpreti) ad altri spazi di comicita fisica, ovvero un diverso modo di accostarsi al mondo della musica classica, in cui "scherzi, tic, provocazioni musicali diventano il tessuto dello spettacolo nel quale la musica si coniuga con il divertimento" in una cavalcata tumultuosa e travolgente.

“ESOPO TRA FAVOLA E MUSICA”
un divertente viaggio nel “Mondo delle favole” con il Millennium Ensemble
“Esopo tra Favola e Musica” è una lettura in chiave musicale delle più celebri favole di Esopo presentate in una originale versione per voce recitante e quintetto di fiati su musica originale del Maestro Salvatore Schembari, con la narrazione affidata alla voce della nota conduttrice TV Veronica Maya. Con l’ausilio di tanti suoni onomatopeici, attraverso il racconto delle storie, si mira a far conoscere gli strumenti che compongono un quintetto di fiati classico (flauto, oboe, clarinetto, corno e fagotto). La narrazione delle favole è accompagnata dall’illustrazione di acquerelli realizzati dallo stesso compositore. L’intero progetto prodotto dall’Assoflute Associazione Musicale di Pontecorvo (FR), da diversi anni è realizzato con grande successo, nelle scuole, nei teatri, nei centri commerciali, negli ospedali e nelle case di cura, sia in Italia che all’estero.

Organico: voce recitante; flauto e ottavino; oboe; clarinetto; Corno; Fagotto.

L’HISTOIRE DU SOLDAT di I. Stravinskij, per la Regia di Luca Mazzei e la produzione della Compagnia “Teatrop” di Lamezia Terme. Uno spettacolo di teatro musicale con una originale e particolare messa in scena che cattura l’attenzione costante dello spettatore tramite la tecnica della Sandart ( disegno su sabbia ) in un’affascinante animazione onirica in relazione con l’attore e i musicisti. L’ “ Histoire du Soldat “ rappresenta oggi importante per l’approccio e la scoperta del linguaggio teatrale musicale, un’ opera che ha segnato l’inizio di quella nuova concezione compositiva di Stravinskij e che porta con sè un racconto narrativo suggestivo, con contenuti tematici fortemente attinenti alla situazione culturale, storica e sociale in cui viviamo: dal tema della guerra, alla crisi, alla ricerca di una messa in scena essenziale, povera, capace di far fronte ai costi e la complessità scenica dell’Opera, al tema dei profughi, soprattutto di quell’essere “profugo da sè stessi”, dalla propria natura desiderosa di felicità, distratta invece da una continua tentazione  verso un altro tipo distorto di felicità. L’Histoire du Soldat dunque, quale storia appartenente a tutti noi, da riscoprire in una nuova messa in scena adatta ad ogni genere di pubblico e fasce di età .

Organico: Voce narrante; Attore; Pianoforte; Violino; Clarinetto Sandart.

SANGINETO ENSEMBLE

Ritorna a Copertino, l’Antica Liuteria Sangineto, già presenti con la straordinaria mostra e concerto dedicato a Leonardo da Vinci, gli affascinanti strumenti musicali costruiti da Michele Sangineto, in collaborazione con paleografi musicali italiani, fedelmente riprodotti a partire da opere di celebri maestri del Rinascimento italiano.

Questa volta presenteranno il nuovo progetto di ricerca musicale che vuole unire l’Italia da nord a sud attraverso la musica popolare dando una nuova vita ai canti popolari italiani in una veste del tutto inaspettata. Un omaggio alla musica popolare italiana attraverso la reinterpretazione di un brano tradizionale per ciascuna delle 20 regioni italiane.  “Le Grand Tour - Canti e Incanti dalle Alpi al Mediterraneo”, una performance coinvolgente che propone un viaggio musicale attraverso le regioni italiane mediante la reinterpretazione delle loro multiformi tradizioni musicali. Ensemble Sangineto aspira a fondere le melodie popolari originarie con un gusto musicale più attuale, di respiro “internazionale ed europeo”, nella prospettiva di dare una continuità alla storia musicale italiana e creare al contempo dei punti di contatto con altre tradizioni europee (quella irlandese, francese, bretone e scozzese). Una commistione di melodie suggestive, arrangiamenti innovativi e affascinanti,

L’Ensemble Sangineto sviluppa una naturale inclinazione per la musica antica, a cui si sono accostatati nella primissima fase della loro crescita musicale, per poi approdare alla musica popolare in tutte le sue sfaccettature, con una speciale predilezione per la tradizione irlandese, bretone, e francese. Grazie anche alla formazione classica e alla conoscenza della musica leggera di più vasta diffusione, il gruppo riesce abilmente a spaziare tra generi e repertori disparati offrendo una vasta gamma di suggestioni sonore e ritmiche.

Organico: arpa celtica, voce, salterio ad arco, percussioni, voce, chitarra, bouzouki, voce.

 

EVENTO D’OPERA

La preziosa e sempre più stretta collaborazione con “ L’Accademia di Canto Lirico Germogli d’Arte “ di Copertino, nata nel 2011 dalla volontà di creare nel Salento un centro dedicato allo studio, al perfezionamento tecnico e alla crescita artistica e personale di giovani cantanti lirici, improntata su una originale metodologia didattica basata sulla teoria degli elementi che è finalizzata al raggiungimento del benessere psico-fisico dei cantanti e al superamento di blocchi tecnici e fisici nell’esecuzione del canto, nonché al raggiungimento del “punto zero” ovvero del punto di equilibrio, supportata da specialisti dell’ambito medico: il naturopata e omeopata dott. Angelo Carlo Licci e della esperta in Yoga, Cranio Sacral Terapy e Muscolar Energy Technique dott.ssa Roberta Adami, ed il corpo docente composto dal Tenore Salvatore Cordella ( Canto ); il Pianista e Direttore d’Orchestra Sergio La Stella ( studio del repertorio ); e l’Attore/Regista Luca Mazzei ( Interpretazione scenica e Teatroterapia ),  offre la possibilità di portare un alto livello artistico operistico, attraverso la realizzazione di una messa in scena di un Opera lirica, dove poter apprezzare le belle voci della lirica e la dimensione teatrale dell’Opera, il tutto in una modalità sempre più in stretta collaborazione con il territorio e la comunità, attraverso la partecipazione a prove aperte, lezione spettacolo per le scuole e flashmob, contribuendo cosi ad un’azione di divulgazione del processo artistico e di conoscenza dell’Opera, per giungere insieme cosi in fine, allo spettacolo operistico

ACUSTICO NAPOLETANO

Un appuntamento che ci trasporterà tra i secoli di storia della "canzone napoletana", con un’esposizione davvero unica sia per varietà stilistica che per elementi tematici. La direzione musicale dell'esperto e studioso Maurizio Pica, a capo dell' ensemble, guiderà un viaggio musicale dal 500’ ai giorni nostri, il tutto intessuto da un approfondimento tematico di un musicologo. Un format capace di condurre lo spettatore e accompagnarlo nella storia della grande musica napoletana, presentata non solo nella forma di spettacolo serale ma anche come lezione-spettacolo per le scuole

Organico: Chitarra, Mandolino, 2 Voci, Musicologo.

 

Il Festival Internazionale delle Arti ha visto crescere il proprio successo, grazie anche al contributo degli “Amici del Festival”:

dal Castello di Copertino, al Ministero dei Beni Culturali, dal Comune di Copertino, al Fai e al Gal Terra D’Arneo,

gli sponsor – tra cui i main sponsor Spinelli Caffè, Banca Di Credito Cooperativo Di Copertino-Leverano, Casta srl  

e alle numerose realtà territoriali, che da sempre sostengono questo progetto, fino a ogni singolo appassionato del Festival.

 

PER INFO E PRENOTAZIONI:

internationalartscompany@gmail.com - ph. +39 328 2426875

GLI ARTISTI

Nato a Lecce, si diploma in canto lirico presso l'Istituto Musicale “G.

Federico Buttazzo

Tenore

Giuseppe Tommaso

Tenore

Pino Perris

Pino Perris è un musicista, arrangiatore e personaggio televisivo italiano. È

M° Pino Perris

Co-Direttore Artistico

Vincenzo Rana si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode

Vincenzo Rana

Pianista